LABORATORIO DI PRODUZIONI AUDIOVISIVE, TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE - UNIOR - 2018/2019

INCONTRI, LABORATORI, PROIEZIONI, DIBATTITI E SEMINARI DI INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CINEMA E DEL COMPARTO AUDIOVISIVO.

Percorso laboratoriale  nato per L'Università Orientale di Napoli presso il Dipartimento Scienze Umane e Sociali, corso di laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali.

Il laboratotio affronta tematiche circa l'organizzazione e gestione del lavoro legato al settore spettacolo, produzione e distribuzione di prodotti audiovisivi e cinematografici e per il web, altre alla promozione ed incremento delle attività teatrali, di produzione e distribuzione cinematografica e televisiva. Da' nozioni circa le risorse per il supporto finanziario alle attività di produzione delle aziende dello spettacolo e i finanziamenti di progetti teatrali, filmici, televisivi.

Lezioni e incontri con professionisti del cinema, la didattica nuova e rivoluzionaria del prof. Francesco Giordano all'Orientale. Coniugare innovazione, sperimentazione e tradizionale linguaggio accademico.

Nuovo ciclo  - 2° semestre UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI NAPOLI "L'ORIENTALE"

Continua la sfida del Laboratorio di Produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche affidato al prof. Francesco Giordano filmmaker, in qualità di docente, produttore, regista, direttore della fotografia. Ottimo stimolo per la conoscenza del mondo del lavoro attraverso la dinamica dell’ incontro-lezione che di fatto avvicina gli studenti a personalità artistiche e professionisti dello spettacolo.

RASSEGNA STAMPA:

Apprendistato ai linguaggi dell'arte con il Laboratorio "Produzioni Audiovisive, Teatrali e Cinematografiche"
A lezione con il film-maker Francesco Giordano


Colmare la distanza tra mondo universitario e realtà produttive del settore audiovisivo: l’ambiziosa sfida del ciclo ‘Produzioni Audiovisive, Teatrali e Cinematografiche’, Laboratorio affidato per la sua terza edizione al prof. Francesco Giordano, film-maker e producer. Gli appuntamenti si terranno nel pomeriggio di martedì (dalle 16.30 alle 18.30) fino al 4 giugno presso l’Aula 4.2 di Palazzo del Mediterraneo in via Marina. Il nuovo esperimento didattico, che intende coniugare il tradizionale linguaggio accademico con gli orizzonti della sperimentazione cinematografica, coinvolgerà quest’anno gli studenti iscritti al terzo anno del Corso di Laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Tuttavia, gli incontri si estendono anche a studenti di altri Dipartimenti e hanno visto negli anni scorsi una grande partecipazione. “L’obiettivo è far sì che anche all’Università i giovani possano avere un punto di riferimento per fare esperienza diretta del linguaggio audiovisivo, dal momento che si tratta di un Laboratorio, e non di una lezione convenzionale. Io stesso vengo dal mondo del lavoro, sono un docente atipico”, si presenta così il regista Giordano alla vigilia delle attività
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 22 marzo (n. 5/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli

 

L'Orientale si apre al cinema con il laboratorio del Prof. Giordano
...L'inizio di questo nuovo ciclo prevede moltissime novità e sarà ancora più valorizzato e potenziato l'aspetto  laboratoriale

 

Proiezione del FILM Le Stanze Aperte di Francesco Giordano e Maurizio Giordano - DIBATTITO -- Presentazione del LIBRO La leadership nella PA. Il caso del penitenziario Di Lauro della giornalista Valentina Soria

 "Le stanze aperte", docufilm diretto da Francesco e Maurizio Giordano, prodotto dall'associazione culturale Ved,  è stato presentato nell'ambito dell'ultimo appuntamento aperto al pubblico del ciclo di incontri-lezione, formula ideata dal professore Francesco Giordano, per il laboratorio di produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche della Facoltà di Scienze Politiche, presso l'Università Orientale di Napoli.

Una scelta di regia e di contenuto ber spiegata da Maurizio Giordano, che ha raccontato aneddoti del film molto particolari e inimmaginabili all'esterno spiegando poi la scelta di utilizzare un attore professionista nelle vesti di internato che attraverso la falsità potesse avvicinarsi alla verità, quella del vissuto interiore di un recluso, che però non potremmo mai conoscere veramente. 

Nel corso della presentazione del docufilm è intervenuto anche Stefano Martone, attuale vice direttore del carcere di Poggioreale ed ex direttore dell'Opg di Secondigliano, che ha sottolineato come il cinema ha valore terapeutico all'interno delle strutture carcerarie ma anche un valore di messaggio alla società per favorire un'apertura mentale.

Durante l'incontro è stato presentato anche il libro della giornalista Valentina Soria "La Leadership nella Pubblica Amministrazione. Il caso del Penitenziario di Lauro", edito da Europa Edizioni

Un'esperienza quella del laboratorio di produzioni audiovisive teatrali e cineamtografiche che si conferma un'eccellenza, voluta e portata avanti dal professore Francesco Giordano, non senza difficoltà, ma con tanta passione e motivazione, quella che riesce a sviluppare e far emergere nei ragazzi, spinti a confrontarsi con professionisti del comparto e a scoprire inclinazioni che spesso non sapevano di possedere. L'auspicio di Giordano è di potenziare il laboratorio, che è a numero chiuso ma le richieste di partecipazione degli studenti sono sempre in aumento a conferma del grande interesse suscitato.

RASSEGNA STAMPA

Proiezione del cortometraggio “SENSAZIONI D’AMORE” Dibattito con il regista ADRIANO PANTALEO

"SENSAZIONI D'AMORE", ADRIANO PANTALEO ESPLORA L'UNIVERSO DEI NEOMELODICI. PRESENTAZIONE ALL'ORIENTALE

 Adriano Pantaleo si è cimentato anche come regista con il corto, sua opera prima: "Sensazioni d'amore", ispirato al fenomeno reale dei cantanti neomelodici, scritto da Marco Marsullo, prodotto ​da Pierpaolo Verga per O’Groove, in collaborazione con Francesco Di  L​eva e Adriano Pantaleo per Terra Nera. Il corto vede tra gli interpreti lo stesso Pantaleo con Antonio Pennarella, Viviana Cangiano, Luigi Cesarano, Giovanni Rienzo e ben 60 comparse, le musiche sono curate da Mariano Bellopede. Il Corto che ha avuto diversi riconoscimenti in giro per l'Italia è stata riconosciuta come miglior produzione ai David di Donatello 2017.

La sua opera prima è stata presentata nell'ambito del laboratorio di produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche diretto e voluto dal professore e film maker Francesco Giordano.

​VIDEO: Proiezione del cortometraggio SENSAZIONI D'AMORE - Dibattito con ADRIANO PANTALEO, Attore, sceneggiatore, regista

RASSEGNA STAMPA

ADRIANO PANTALEO AFFRONTA IN CHIAVE CINEMATOGRAFICA L’UNIVERSO NEOMELODICO NAPOLETANO. LA PRESENTAZIONE DEL CORTO “SENSAZIONI D’AMORE” ALL’ORIENTALE

La sua opera prima è stata presentata nell’ambito del laboratorio di produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche diretto e voluto dal professore e film maker Francesco Giordano.

Il regista, che ha detto di essere particolarmente felice e stimolato dal confronto con gli studenti del laboratorio, sollecitato dalle domande dei ragazzi ha raccontato di aver sentito l’esigenza di avvicinarsi all’universo dei cantanti neomelodici utilizzando però un punto di vista insolito, uno sguardo diverso: quello del cantante appunto. La sua idea era quella di fare un film che non fosse ‘giudicante’.​

Incontro-lezione con MARIA BOLIGNANO - Intervento-dibattito con MAURIZIO FIUME

Maria Bolignano è stata ospite all'Università Orientale all'interno del ciclo di incontri aperti al pubblico nell'ambito del laboratorio di produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche diretto e voluto dal professore e film maker Francesco Giordano.
L'attrice ritorna da ex studentessa della facoltà di Scienze Politiche dell'Orientale.

Un incontro che ha appassionato e divertito gli studenti che hanno conosciuto l'evoluzione artistica di Maria, la sua voglia di conoscere e sperimentare perché come lei stessa ammette "tutto nella vita serve" e hanno compreso non solo come sono nati molti dei suoi personaggi ma anche quanto lavoro e quanta ricerca c'è dietro la comicità

Presente all'incontro con gli studenti anche il regista, sceneggiatore e documentarista Maurizio Fiume, particolarmente apprezzato per il film "E io ti seguo" omaggio al giornalista Giancarlo Siani ucciso dalla camorra. Maurizio ha ribadito l'importanza dell'atto di osservare per un creativo, del "mettersi in ascolto" e ha spiegato ai ragazzi come nasce una sceneggiatura e l'importanza del lavoro corale. Alla base ci deve essere un'idea che affascina. Maurizio cura un workshop "Come si scrive un film",'dall'idea al soggetto, alla sceneggiatura.

VIDEO: Incontro-lezione con MARIA BOLIGNANO - Attrice, autrice, sceneggiatrice - Teatro, tv, Cinema, web

 

RASSEGAN STAMPA:

Proiezione del film BRUCIATE NAPOLI - Dibattito con Arnaldo Delehaye

Proiezione del film "BRUCIATE NAPOLI" - Dibattito con il regista e sceneggiatore  Arnaldo Delehaye e con Vincenzo Delehaye - Direttore di Produzione

Domenico Formato  - Attore (protagonista nello storico film “Le Quattro Giornate di Napoli” di Nanni Loy del 1962 nel ruolo di Gennarino Capuozzo) - Francesco Davide & Renato Delehaye (Davide & Delehaye Scenic Art S.n.c.) -  Scenografi  Intervengono: PINO SONDELLI - Direttore Direttore del Dipartimento di Cinema e Doppiaggio dell'ABAN  - ANNA TERESA ROSSINI - Attrice

Una finestra sulla storia per accendere la memoria e illuminare il presente, per non dimenticare. È questo e molto altro il mediometraggio "Bruciate Napoli" , sintesi delle parole dette da Hitler, di Arnaldo Delehaye, regista e sceneggiatore di quello che nelle intenzioni è un film tributo a Nanny Loy e il suo colossal del '62 le quattro giornate di Napoli, dal quale si distacca per alcuni aspetti e per l'impronta fortemente personale che il regista imprime all'opera, un racconto napoletano in ogni sua parte e in ogni suo componente che celebra la ribellione alla violenza e al dominio del più grande esercito del mondo, quello tedesco, che occupava Napoli, una città ferita a morte che trova nel suo popolo la forza per rinascere. Un progetto ambizioso e complesso che è stato presentato prima dell'uscita  prevista per settembre della versione più lunga di circa120 minuti con immagini reali di guerra insertate.

Un appuntamento all'interno del calendario degli incontri aperti al pubblico nell'ambito del laboratorio di produzioni audiovisive teatrali e cinematografiche diretto dal professore e film maker Francesco Giordano presso l'Università Orientale di Napoli. Un laboratorio dall'impronta fortemente pratica e sperimentale che va al di là della lezione accademica e permette ai giovani studenti di incontrare, interagire e creare sinergie con professionisti della settima arte, aprendo spazi di azione e possibilità creative fuori dalle mura universitarie.

VIDEO: Proiezione del film "BRUCIATE NAPOLI" 

 

RASSEGNA STAMPA: 

Arnaldo Delehaye, regista di “Bruciate Napoli” ha incontrato gli studenti dell’Orientale

Incontro sui diritti umani con il doc “NO AL BULLISMO”

RASSEGNA STAMPA:

Incontro con DEMETRIO SALVI e MAURIZIO CAPONE

RASSEGNA STAMPA:

Incontro con GIULIANA DEL POZZO

RASSEGNA STAMPA:

Incontro con FRANCO MAIONE

RASSEGNA STAMPA:

 ESCAPE='HTML'

 

__________________________________________________________________________

I precedenti LABORATORI ottimo impulso alla fecondità artistica del nostro territorio:

LABORATORI DI PRODUZIONI AUDIOVISIVE, TEATRALI E CINEMATOGRAFICHE UNIOR - UNIVERSITA' degli STUDI di NAPOLI L'ORIENTALE:

[email protected]@@@@@ ---------------------------